Chi é vittima della rinite allergica (o raffreddore da fieno) sa bene che é iniziato il periodo critico: da marzo a giugno é tutto un fiorire di prati e giardini con effetti devastanti su naso, occhi e bronchi di milioni di italiani che soffrono di allergie ai pollini o pollinosi. Naso che cola, starnuti, prurito, lacrimazione e congestione nasale sono i sintomi classici della rinite. I disturbi si accentuano la mattina, appena svegli, per poi diminuire nel corso della giornata.

Curarla tradizionalmente
Per la diagnosi del disturbo occorre un’accurata anamnesi ed uno specifico test: esame obiettivo del naso mediante rinoscopio. Se é rinite allergica, i sintomi vanno trattati con antistaminici sotto forma di pastiglie, spray nasale e collirio, nell’evenienza abbinati al cortisone. La desensibilizzazione (o immunoterapia specifica o vaccinazione antiallergica o iposensibilizzazione) resta la sola possibilitá di vedere nel tempo un miglioramento dei disturbi allergici, viene prescritta dall’allergologo, dura da 3 a 5 anni, ha un obiettivo ben preciso: il corpo deve imparare ad accettare nuovamente sostanze estranee (proteine) a cui ha reagito con un’allergia (raffreddore da fieno).

Trattarla naturalmente
Possono essere applicate anche le terapie della medicina alternativa. L’aromaterapia é efficace per trovare sollievo contro lacrimazione e secrezioni nasali che si accompagnano al raffreddore da fieno.

Rimedio: mettete sul palmo della mano una goccia di olio essenziale di issopo e una di cipresso e mescolate il tutto. Applicate la miscela sulla parte posteriore della lingua con un dito. Ha un sapore amarognolo, ma servirá a darvi sollievo. Perché sia efficace va applicato ogni tre ore.

In alcuni casi, l’approccio omeopatico puó essere di grande aiuto per contrastare le manifestazioni allergiche. L’omeopatia agisce sull’intero organismo e non sul singolo problema. Ottimo contro il raffreddore da fieno é il Pollens, usato innanzitutto nella prevenzione delle crisi, contiene numerosi pollini diluiti e dinamizzati.

Consiglio
Molto utile per questo tipo di manifestazione allergica è il lavaggio delle fosse nasali e della bocca, per eliminare gli allergeni e impedire che arrivino alle basse vie respiratorie, provocando reazioni allergiche più severe.

fonte: farmacia.it
2016-06-09T16:18:30+00:00